This HTML5 document contains 55 embedded RDF statements represented using HTML+Microdata notation.

The embedded RDF content will be recognized by any processor of HTML5 Microdata.

PrefixNamespace IRI
n9http://lod.xdams.org/ontologies/ods/
n3http://purl.org/dc/terms/
foafhttp://xmlns.com/foaf/0.1/
n6http://dati.cdec.it/lod/bio-ext/
dchttp://purl.org/dc/elements/1.1/
n19http://dati.cdec.it/lod/shoah/persecution/
n5http://viaf.org/viaf/76319000/
rdfshttp://www.w3.org/2000/01/rdf-schema#
n18http://dati.cdec.it/lod/shoah/
n11http://dati.cdec.it/lod/shoah/eventPartisan/
n14https://www.wikidata.org/wiki/
n20http://dati.cdec.it/lod/shoah/{childOf}
n12http://linkedevents.org/ontology/
n17http://viaf.org/viaf/
n15http://dati.cdec.it/lod/shoah/place/
rdfhttp://www.w3.org/1999/02/22-rdf-syntax-ns#
n22http://dati.cdec.it/lod/shoah/alternative/
owlhttp://www.w3.org/2002/07/owl#
n2http://dati.cdec.it/lod/shoah/person/
n16http://it.dbpedia.org/resource/
xsdhhttp://www.w3.org/2001/XMLSchema#
n13http://dati.cdec.it/lod/shoah/concept/
n23http://dbpedia.org/page/
n10http://purl.org/vocab/bio/0.1/
Subject Item
n2:22682
n6:motherOf
n2:5002
Subject Item
n2:27899
n6:parentOf
n2:5002
Subject Item
n2:5002
rdf:type
foaf:Person
rdfs:label
Levi, Primo
owl:sameAs
n5: n14:Q153670 n16:Primo_Levi n17:20144648210700962918 n23:Primo_Levi
n18:persecution
n19:5002
n3:source
Archivio CDEC, Fondo antifascisti e partigiani ebrei in Italia 1922-1945, b. 12, fasc. 238 Il libro della memoria : gli ebrei deportati dall'Italia, 1943-1945 / Liliana Picciotto ; ricerca della Fondazione Centro di documentazione ebraica contemporanea. - Ed. 2002: altri nomi ritrovati. - Milano : Mursia, 2002, pp. 77-80, pp. 66-71. Istituto piemontese per la storia della Resistenza e della società contemporanea, Bancadati del partigianato piemontese, "Levi, Primo", http://intranet.istoreto.it/partigianato/dettaglio.asp?id=49874 [ultimo accesso, 10 maggio 2018] Archos, Archivi della Resistenza e del '900, "Levi, Primo", http://www.metarchivi.it/biografie/p_bio_vis.asp?id=324 [ultimo accesso, 10 maggio 2018]
n9:oldBirthDate
31/07/1919
dc:type
partigiano vittima della Shoah
n10:position
Chimico; Scrittore
n9:oldDeathDate
11/04/1987
n6:alternativeName
n22:CDEC212-385 n22:CDEC212-386
n6:birthPlace
n15:Torino
n6:brother_sisterName
Anna Maria Levi
n6:brother_sisterOf
n2:CDEC201-91
n6:childName
Renzo Levi
n6:consortName
Lucia Morpurgo
n6:dateOfBirth
19190731
n6:dateOfDeath
19870411
n6:deathPlace
n15:Torino
n6:districtOfResidence
Torino
n6:education
Laurea in Chimica
n6:fatherDescription
Ingegnere elettrotecnico
n6:fatherName
Cesare Levi
n6:maternal_grandfatherName
Cesare Luzzatti
n6:maternal_grandmotherName
Adele Della Torre
n6:motherDescription
n6:motherMaidenName
Luzzati
n6:motherName
Ester Luzzati
n6:nationality
Italiana
n6:parentOf
n2:CDEC201-205 n2:CDEC201-14
n6:paternal_grandfatherName
Michele Levi
n6:paternal_grandmotherName
Adele Sinigaglia
n6:shoahSurvivor
true
n6:wifeName
Lucia Morpurgo
n6:childOf
n20:
n10:biography
Primo Levi nasce a Torino il 31 luglio del 1919, figlio di Cesare ed Ester Luzzati. Dal 1934 frequenta il Ginnasio-Liceo D'Azeglio e si dimostra interessato alla chimica ed alla biologia; nel 1937 si iscrive al corso di Chimica presso la facoltà di Scienze dell'Università di Torino. Nel 1938 e leggi razziali non permettono agli ebrei di frequentare le scuole pubbliche; Primo Levi riesce comunque a proseguire gli studi universitari dato che risulta già iscritto all'Università. Laureatosi a pieni voti nel 1941, trova lavoro a Milano presso la Fabbrica svizzera Wander; nel 1942 la seconda guerra mondiale volge sempre di più a favore degli Alleati e Primo Levi in questo periodo entra in contatto con personalità dell'antifascismo militante. Aderisce al Partito d'Azione nel 1942; dopo l'8 settembre 1943 passa in Valle d'Aosta e qui prende parte alla lotta di liberazione aggregandosi ad una delle prime formazioni di Giustizia e Libertà. Arrestato a Brusson il 13 dicembre 1943, Primo Levi viene internato nel campo di Fossoli. Il 22 febbraio del 1944 viene deportato ad Auschwitz; viene liberato dagli Alleati il 27 gennaio 1945 e ritorna in Italia il 19 ottobre dello stesso anno. Terminata la seconda guerra mondiale, gli viene riconosciuta la qualifica di partigiano combattente e gli viene conferito il Brevetto di Partigiano. Rende testimonianza pubblica diventando una figura centrale nella diffusione della conoscenza della storia della deportazione. Muore a Torino l'11 aprile del 1987.
foaf:familyName
Levi
foaf:gender
M
n10:keywords
deportato dall'Italia
foaf:firstName
Primo
foaf:nick
Damiano Malabaila
n3:subject
n13:CDEC10100002213 n13:CDEC10100004045
Subject Item
n11:IT-CDEC-EACCPF0001-000299
n12:involvedAgent
n2:5002